Cristianesimo senza Cristo

Autore: Benjamin B. Warfield
Formato: ePub con Social DRM
Dimensione: 365 KB

Nel formato cartaceo (parte di un libro): 65 pagine [VEDI]

inizia a leggerlo:  ANTEPRIMA
Prezzo di listino: 1,49 €
Sconto-0,37 €
Prezzo: 1,12 €
Prezzo standarizzato:
SOSTIENICI: aggiungi una donazione

Descrizione

«Oggi ci sono due spiriti che sognano un cristianesimo senza Cristo: i deboli e i forti. I deboli sono quelli che hanno ricevuto tutte le inestimabili benedizioni del cristianesimo, ma solo di terza o di quarta mano. Essi sono stati ristorati, nutriti, guidati da queste benedizioni, ma da dove siano venute a loro non interessa… Poi ci sono i forti. Essi sanno molto bene che il cristianesimo è nato da Cristo, ma ormai non c’è più bisogno di lui […]. Ma se si prosciugasse la fontana non sarebbe forse un danno per l’avanzamento del cristianesimo, per la sua diffusione mondiale, per la pace e la gioia dei cristiani? Non sarebbe come recidere le arterie dal cuore, da cui proviene il sangue?» (G. B. Foster).

«Un cristianesimo indifferente a Cristo, di fatto, non è più cristianesimo. Il cristianesimo, infatti, consiste solo di “Gesù Cristo e lui crocifisso”. Come può far parte del corpo chi non è più unito al Capo? Quale differenza fondamentale c’è, dopo tutto, tra il cristianesimo e le altre religioni “positive”? Non è proprio il fatto che i fondatori delle altre religioni indicano la via verso Dio, mentre Cristo si presenta egli stesso come Via?» (B. B. Warfield).

«Buddha e Confucio, Zoroastro e Maometto sono senza dubbio i primi confessori delle religioni da loro fondate, ma non sono il contenuto di queste religioni e restano in una posizione esterna e, in un certo senso, accidentale rispetto ad esse. Le loro religioni rimarrebbero le stesse anche se i loro nomi fossero dimenticati, o se le loro figure fossero rimpiazzate da altre. Per il cristianesimo, invece, il discorso è completamente diverso. Certo, a volte è stata avanzata l’idea secondo cui nemmeno Cristo avrebbe voluto essere il solo mediatore e che sarebbe stato contento se il suo nome fosse stato dimenticato, affinché solo i suoi princìpi ed il suo spirito potessero sopravvivere nella comunità. Ma altri, che pure hanno rotto completamente col cristianesimo, hanno onestamente negato e rifiutato simili idee. Il rapporto che c’è tra il cristianesimo e la persona di Cristo è completamente diverso rispetto a quello che c’è tra le altre religioni e i loro fondatori. Gesù non è il primo confessore della religione che porta il suo nome. Egli non fu il primo e più importante cristiano, ma nel cristianesimo ricopre un ruolo del tutto differente […]. Cristo è il cristianesimo stesso. Egli non sta al di fuori, ma al centro del cristianesimo. Senza il suo nome, la sua persona e la sua opera, non potrebbe esserci alcun cristianesimo. In una parola, Cristo non indica la via per la salvezza: egli è la Via» (H. Bavinck).

Download

Cristianesimo-senza-Cristo.epub

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.